DESCRIZIONE DEL PROCEDIMENTO

Link Procedimenti
  • Procedimento (236)Contributi per progetti di cooperazione internazionale allo sviluppo , progetti di educazione alla cittadinanza globale e progetti di interscambio
  • Descrizione

    La Provincia sulla base della L.P. 10/88 concede contributi agli organismi volontari di solidarietà internazionale trentini per progetti volti a migliorare le condizioni economico, sociali, educative, sanitarie e ambientali delle popolazioni dei Paesi del Sud del mondo e per progetti di educazione volti a informare e sensibilizzare la popolazione trentina sulle tematiche della mondialità. Con propria deliberazione la Giunta provinciale ha stabilito i criteri e le modalità per l'erogazione di detti contributi.
    I contributi sono suddivisi nelle seguenti tipologie:
    • progetti di cooperazione internazionale allo sviluppo annuali e pluriennali
    • progetti di educazione alla cittadinanza globale annuali e biennali
    • progetti di interscambio annuali

    Qui a lato trovate la modulistica per presentare le seguenti domande:
    • domanda di contributo
    • domanda di liquidazione del saldo finale del contributo
    • domanda di liquidazione di ulteriore anticipo del contributo
    • domanda di modifica
    • domanda di proroga

  • Chi puo' avviare il procedimento
    • Possono presentare domanda:
    • I soggetti in possesso dei seguenti requisiti:
      • essere “organismi volontari di cooperazione allo sviluppo”: è necessario che il volontariato sia citato espressamente nello statuto o che non siano previsti compensi per le cariche sociali; e che la cooperazione allo sviluppo oppure la solidarietà internazionale siano esplicitamente citate tra le finalità statutarie dell’organismo
      • avere la sede legale in Provincia di Trento
      • possedere il requisito dell’operatività: gli organismi di volontariato devono dimostrare di aver svolto in maniera continuativa da almeno un anno, sul territorio provinciale, attività di educazione/sensibilizzazione sulle tematiche della cooperazione internazionale allo sviluppo; in particolare sarà necessario dimostrare che il soggetto abbia realizzato, negli ultimi dodici mesi precedenti alla presentazione della domanda di contributo, almeno 3 momenti di sensibilizzazione aperti alla cittadinanza
  • Cosa Fare (adempimenti e scadenze)

     Per richiedere il contributo, la liquidazione del saldo del contributo, la liquidazione di un ulteriore anticipo del contributo, la modifica o la proroga, è necessario scaricare la domanda sul proprio pc, compilarla, salvarla e presentarla, entro la scadenza indicata, con una delle seguenti modalità:

    • accedendo al portale www.servizionline.provincia.tn.it, sezione Sanità, sociale e solidarietà, selezionando il servizio “Richiedi contributi per progetti di interscambio, cooperazione internazionale allo sviluppo, educazione alla cittadinanza globale”, con la propria Tessera Sanitaria/Carta Provinciale dei Servizi attivata o con la propria identità SPID. In questo caso è necessario selezionare la modalità di invio del modulo “Tramite portale”

    • per via telematica alla casella di posta elettronica certificata (PEC) del Servizio attività internazionali all’indirizzo attivita.internazionali@pec.provincia.tn.it

    • a mano presso il Servizio attività internazionali o presso gli sportelli periferici di assistenza e informazione al pubblico

    • a mezzo posta, unitamente a copia fotostatica di un documento d’identità in corso di validità del sottoscrittore, mediante raccomandata con avviso di ricevimento. Ai fini dell’ammissione, fa fede la data del timbro dell’ufficio postale accettante

    • a mezzo fax al numero 0461/493407 unitamente a copia fotostatica di un documento d’identità in corso di validità del sottoscrittore

  • Termine massimo di conclusione del procedimento
    75 giorni a decorrere dal giorno successivo al termine ultimo per la presentazione delle domande.
  • Il mancato rispetto da parte della struttura del predetto termine consente all'interessato di rivolgersi al dirigente generale del Dipartimento sviluppo economico, ricerca e lavoro per sollecitare la conclusione del procedimento

  • CostiTutte le domande rivolte alla pubblica amministrazione per ottenere l'emanazione di un provvedimento amministrativo sono soggette all'apposizione dell'imposta di bollo, salvo che non sia prevista una specifica ipotesi di esenzione.
    I soggetti onlus sono esenti dall’imposta di bollo.
    I soggetti non onlus devono apporre una marca da bollo di euro 16,00 sulla domanda di contributo e una marca da bollo di euro 2,00 sulla domanda di liquidazione saldo/ ulteriori anticipi/ modifica/ proroga.
  • Struttura competente
  • Responsabile del procedimentoOlivo Ileana - Telefono: 0461.494216

Normativa

Modelli