DESCRIZIONE DEL PROCEDIMENTO

Link Procedimenti
  • Procedimento (1355)Autorizzazione alla rimozione o demolizione, ricostruzione e restauro di beni culturali e approvazione dei progetti di opere e lavori; cambio di destinazione d'uso; spostamento di beni culturali, smembramento collezioni; autorizzazioni al distacco di beni culturali e al distacco/rimozione vestigia prima guerra mondiale; scarto di documenti
  • Descrizione

    Va preventivamente autorizzata dalla Soprintendenza (ai sensi dell’art. 21 del codice beni culturali) l’esecuzione di opere e lavori di qualunque genere su beni culturali mobili, immobili e superfici pittoriche murali dichiarati d’interesse culturale o da sottoporre a verifica di interesse, ivi compresi restauri, demolizioni, ricostituzioni, trasferimenti e spostamenti anche temporanei. Lo stesso vale per le operazioni di scarto archivistico che riguardino documenti di archivi pubblici e privati tutelati (art. 21, comma 1, lett. d) Nel caso di distacco di beni culturali, ai sensi dell’art. 50 del codice, è obbligatorio chiedere l’autorizzazione anche in assenza di qualunque dichiarazione di interesse culturale

  • Chi puo' avviare il procedimento
    • Possono presentare domanda:
    • L’istanza deve essere presentata dai soggetti che vogliono effettuare interventi che interessino direttamente o indirettamente i beni culturali tutelati o in procinto d’esserlo. Le domande vanno presentate presso la sede legale della Soprintendenza in Via San Marco 27 - 38122 Trento. Le richieste d’autorizzazione allo scarto vanno presentate presso l'ufficio beni archiv., librari e archivio provinciale
  • Cosa Fare (adempimenti e scadenze)

     In caso di autorizzazione al restauro, distacco e lavori, la domanda va corredata da relazioni tecniche ed eventuali tavole di progetto, presentate in duplice copia, firmate da progettista / restauratore e committente, accompagnate da idonea documentazione fotografica. Per gli enti ecclesiastici va allegato anche il parere dell’Ufficio di Arte sacra della Curia Nel caso di istanza per lo scarto di documenti d’archivio, alla domanda va allegata la scheda di proposta di scarto I termini di conclusione del procedimento sono di 120 dal giorno successivo al ricevimento della domanda

  • Termine massimo di conclusione del procedimento
    120 giorni a decorrere dal giorno successivo al ricevimento della domanda. (L)
  • Il mancato rispetto da parte della struttura del predetto termine consente all'interessato di rivolgersi al dirigente generale del Dipartimento istruzione e cultura per sollecitare la conclusione del procedimento

  • CostiMarca da bollo per i soggetti non esenti Euro 16=
  • Struttura competente
  • Responsabile del procedimentoFranco Marzatico - Telefono: 0461.496616

Normativa

Modelli