DESCRIZIONE DEL PROCEDIMENTO

Link Procedimenti
  • Procedimento (755)Aiuti per investimenti fissi e per la promozione di misure di protezione ambientale, nonché per specifiche tipologie di iniziative (procedura automatica e valutativa)
  • Descrizione

    L’art. 24 della l.p. 8/93 (strutture alpinistiche) prevede che possano essere concesse agevolazioni per investimenti fissi nelle strutture alpinistiche (rifugi alpini, rifugi escursionistici, bivacchi), per iniziative informative ed editoriali, nonché per progetti finalizzati a valorizzare il patrimonio alpinistico provinciale, e per il controllo e la manutenzione dei tracciati alpini. L'art. 13 della L.p. 27/88 (ostelli della gioventù e case per ferie) prevede che possano essere concesse agevolazioni per investimenti fissi nelle strutture da adibire ad ostelli e case per ferie.

  • Chi puo' avviare il procedimento
    • Possono presentare domanda:
    • Il procedimento vienne avviato con la presentazione della domanda di agevolazione da parte di proprietari e di gestori di rifugi alpini, di proprietari di rifugi escursionistici che non esercitano attività imprenditoriale, di enti pubblici, di associazioni, di privati manutentori di tracciati alpini. Relativamente agli ostelli e case per ferie la domanda può essere presentata solo dalle amministrazioni separate dei beni di uso civico, Magnifica Comunità di Fiemme e Regole di Spinale e Manez.
  • Cosa Fare (adempimenti e scadenze)

     La domanda, redatta su apposito modello, può essere presentata al Servizio Turismo e Spor in qualsiasi periodo dell’anno. La presentazione della domanda, ai sensi della l.p. 8/1993, può avvenire con: “procedura automatica” per le spese già sostenute alla data di presentazione della domanda, purchè non oltre l’anno solare precedente e di importo inferiore a 250.000,00 euro (sono escluse le tipologie a), b) e d) –limitatamente ad ampliamenti e ristrutturazioni indicate al punto 2 dei criteri di attuazione); “procedura valutativa” per le spese da sostenere successivamente alla presentazione della domanda. La presentazione della domanda, ai sensi della l.p. 27/1988 – art. 13, deve avvenire prima della realizzazione dell’iniziativa

  • Termine massimo di conclusione del procedimento
    90 giorni a decorrere dal giorno successivo al ricevimento della domanda.
  • Il mancato rispetto da parte della struttura del predetto termine consente all'interessato di rivolgersi al dirigente generale del Dipartimento artigianato, commercio, promozione, sport e turismo per sollecitare la conclusione del procedimento

  • CostiMarca da bollo da € 16,00 (esenti enti pubblici o ONLUS)
  • Struttura competente
  • Responsabile del procedimentoMarisa Maserati - Telefono: 0461.496528

Normativa

Modelli